1 Ts. 3, 5-8

Pubblicato giorno 22 ottobre 2018 - 1^ lettera ai Tessalonicesi

[5] Per questo, non potendo più resistere, mandai a prendere notizie sulla vostra fede, per timore che il tentatore vi avesse tentati e così diventasse vana la nostra fatica.

[6] Ma ora che è tornato Timòteo, e ci ha portato il lieto annunzio della vostra fede, della vostra carità e del ricordo sempre vivo che conservate di noi, desiderosi di vederci come noi lo siamo di vedere voi,

[7] ci sentiamo consolati, fratelli, a vostro riguardo, di tutta l’angoscia e tribolazione in cui eravamo per la vostra fede;

[8] ora, sì, ci sentiamo rivivere, se rimanete saldi nel Signore.

Lascia un commento

  • (will not be published)